Processo per l'elettrodotto dell'Enel costruito sulle colline di Impruneta e Scandicci

IL 26 APRILE 2001 L'ASSOCIAZIONE C. TOSCANA LIGURIA ( Coordinamento delle Associazioni per la tutela dell'ambiente e dei diritti dei consumatori ed utenti ) E' STATA RICONOSCIUTA PARTE CIVILE NEL PROCESSO CONTRO ENEL RINVIATA A GIUDIZIO PER LO SCEMPIO DEI COLLI FIORENTINI. ESTROMESSI DAL PROCESSO ITALIA NOSTRA- L'ASSOCIAZIONE DEI COMITATI PER LA TUTELA DELLA SALUTE E DEL TERRITORIO - L'ASSOCIAZIONE C. TOSCANA LIGURIA CHE NEL 1998 AVEVA PRESENTATO UNA CORPOSA E DETTAGLIATA DENUNCIA DI DANNO AMBIENTALE ALLA PROCURA DI FIRENZE RIMANE IN CAUSA IN SURROGA AL COMUNE DI SCANDICCI AI SENSI DELLA LEGGE 265/99 . TALE LEGGE DETTA ANCHE LEGGE DELL'AZIONE POPOLARE, E' STATA UTILIZZATA DALL'ASSOCIAZIONE PER PRESENTARSI IN TRIBUNALE AL POSTO DEL COMUNE DI SCANDICCI il quale, PURE RICONOSCIUTO VITTIMA DELLO SCEMPIO, HA PREFERITO NON COSTITUIRSI TRADENDO LE ASPETTATIVE DEI SUOI CITTADINI. L'ASSOCIAZIONE C. TOSCANA LIGURIA HA CHIESTO UN RISARCIMENTO DI 5 MILIARDI DI LIRE OLTRE AL RIPRISTINO DELL'INTEGRITA' DEI LUOGHI. L'ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA CHIEDE CHE L'EVENTUALE RICONOSCIMENTO DEL DANNO IN TERMINI MONETARI CHE DOVRA' ESSERE CORRISPOSTO AL COMUNE SURROGATO, VENGA DESTINATO ALLA REALIZZAZIONE DEL PARCO CULTURALE DEI COLLI FIORENTINI PER IL QUALE DUE ANNI FA HA GIA' PRESENTATO PROGETTO SPECIFICO AI COMUNI INTERESSATI - ORA LA PAROLA AI GIUDICI POICHE' LA DIFESA STENTA A TROVARE GIUSTIFICAZIONI ALLO SCEMPIO- IL PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO DELL'ELETTRODOTTO MENO INVASIVO POICHE' FATTO CON TRALICCI DISEGNATI DA NOTI ARTISTI NON SODDISFA NESSUNO MENO CHE IL SINDACO DI SCANDICCI - L'ENEL DEL RESTO NON HA MAI SPIEGATO LE RAGIONI VERE DI QUESTO ENORME SERPENTE A 380KV CHE DOVRA' PERCORRERE LA DORSALE APPENNINICA- RICORDIAMO CHE SOLIDARIETA' ALLA BATTAGLIA SUI COLLI PER LA BELLEZZA E LA SALUTE FU ESPRESSA ANCHE SUL TIME E FU MANIFESTATA DA NUMEROSI COLLEGE UNIVERSITARI AMERICANI E ADDIRITTURA DAL PRINCIPE CARLO D'INGHILTERRA. L'ASSOCIAZIONE C. T. L. HA DEDICATO QUESTO PRIMO SUCCESSO AL COMPIANTO E AMICO MARIO BOJOLA - ANIMATORE DEI COMITATI E DELL'INTERA LOTTA CONTRO LO SCEMPIO- RAGGIUNTO DA UN INFARTO IN PIENO ATTIVISMO AMBIENTALISTA VOLONTARIO.
FEDELI AL SOGNO DI MARIO
LA BATTAGLIA PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E LA SALUTE CONTINUA.

Giallo delle foto al processo per l'elettrodotto I comitati ambientali non sono parti civili





Al sito
ELETTROSMOG.COM