Rafah, pacifista inglese ucciso da soldati israeliani

Tom Horindal, scudo umano, è stato colpito alla testa da unh proiettile sparato dai militari israeliani. Stava protestando contro l'abbatimento di un'abitazione.

 

GAZA – Un pacifista inglese, secondo quanto riferiscono i compagni uno “scudo umano”, è stato ucciso oggi dai soldati israeliani a Rafah, al confine tra Gaza e l’Egitto. Tom Horindal aveva 21 anni e apparteneva all’International Solidarity Movement (Ism). E’ stato ferito alla testa mentre dimostrava contro l’abbattimento di una casa da parte dell’esercito israeliano nel quartiere di Yebna, alla periferia della città.

L’uomo è stato subito ricoverato in ospedale, già in gravi condizioni. E’ morto dopo qualche ora.

Secondo quanto riferito dalla radio israeliana l’uomo “è entrato nella traiettoria” dei proiettili israeliani. Lo scorso 16 marzo, sempre a Rafah, una giovane americana dell’Ism, Rachel Corey, era stata travolta e uccisa da una ruspa militare israeliana. Ferito da un proiettile proveniente da un blindato qualche giorno fa a Jenin un altro pacifista.

(11 APRILE 2003; ORE 17:30)

http://www.ilnuovo.it/nuovo/foglia/0,1007,176165,00.html